19 Ago

Quadro RW, subito la sanzione soft

Sanzioni soft da subito per chi omette gli investimenti e le attività detenute all’estero nel quadro RW e alleggerimento degli obblighi dichiarativi. Sono le modifiche apportate dalla legge europea (approvata definitivamente dal Parlamento il 31 luglio scorso e attesa per domani in «Gazzetta Ufficiale») al Dl 167/1990 sul monitoraggio fiscale.
Lo «sconto»
In seguito alle esortazioni della Commissione europea (caso Eu Pilot 1711/11/Taxu), le sanzioni sul monitoraggio fiscale sono ora maggiormente aderenti al principio di proporzionalità. La mancata indicazione nel quadro RW delle attività detenute all’estero non sarà più sanzionata in misura che va dal 10 al 50% del valore delle attività non dichiarate, più la confisca di beni di corrispondente valore, ma in misura che può variare dal 3 al 15%, senza più la possibilità di disporre la confisca (misura che invero era risultata di rara applicazione). Inoltre, viene prevista l’applicazione della sola sanzione di 258 euro per sanare la violazione qualora la dichiarazione comprensiva delle indicazioni in parola venga presentata entro i 90 giorni dallo spirare del termine di presentazione. Un aggravio è previsto in caso di violazioni riferite ad attività ed investimenti in Paesi black list: la sanzione raddoppia e varia dal 6 al 30% degli importi non dichiarati….

 

di Antonio Tomassini – Il Sole 24 Ore

leggi su http://24o.it/Qyb9T

Lascia un commento