17 Dic

FonSai, tre indagati per i trust esteri

Il pm di Milano Luigi Orsi ha chiuso un primo filone d’indagine sul caso Fondiaria Sai. Lo ha fatto in vista della richiesta di rinvio a giudizio di Salvatore Ligresti, Giancarlo De Filippo e Niccolò Lucchini. I tre sono indagati per aggiotaggio. L’avvio delle indagini è stato innescato da Consob che un paio di anni fa segnalò alla Procura di Milano l’andamento anomalo dei titoli Premafin tra novembre 2009 e settembre 2010. In particolare, all’epoca la Commissione accertò che in quel periodo alcuni veicoli (Darlis Anstalt, Ulero Anstalt, Alembert Associates e Okanda Stiftung) aquistarono sistematicamente in asta di chiusura corposi pacchetti di azioni della holding. Manovre che ebbero l’esito di determinare, artificiosamente, un costante rialzo del titolo a Piazza Affari. La Consob verificò poi che quei veicoli potevano essere ricondotti a due trust, ossia the Heritage e the Ever Green Security. Trust che, a settembre 2010, risultavano detenere il 20% della finanziaria e che erano guidati da Giancarlo De Filippo, persona vicina alla famiglia Ligresti. L’equazione successiva fu chiara, i due trust operavano per conto di Salvatore Ligresti. Di qui la denuncia in procura per violazione dell’articolo 2638 del codice civile. Su questa pista si è dunque mossa la Procura che, stante la prossima richiesta di rinvio a giudizio, accusa Ligresti, Giancarlo De Filippo e Niccolò Lucchini, quest’ultimo perchè avrebbe ricevuto il mandato ad operare direttamente sul titolo Premafin, di manipolazione del mercato….

 

di Laura Galvagni – Il Sole 24 Ore

leggi su: http://24o.it/odbE

Lascia un commento