15 Gen

Capitali all’estero, fra Italia e Svizzera intesa più vicina

Da un lato la voluntary disclosure – cioè la possibilità di far emergere volontariamente il “nero” fiscale depositato all’estero – dall’altro l’accordo fiscale con la Svizzera per lo scambio di informazioni sui contribuenti, uno scambio automatico, obbligatorio e perciò “senza rete”. Per la lotta ai capitali «non fiscalmente dichiarati» sono settimane decisive, sulla strada che in poco…

 

di Alessandro Galimberti – Il Sole 24 Ore

leggi su http://24o.it/dM0lu

Lascia un commento