21 Gen

Obbligo di RW per trust esteri con beneficiari residenti

Il monitoraggio. La circolare 38/E

L’amministrazione finanziaria, con la circolare 38/E del 23 dicembre 2013, ha rafforzato gli obblighi di monitoraggio per i beneficiari di trust esteri e di trust residenti con investimenti all’estero. La legge europea 2013 ha esteso gli adempimenti RW anche ai “titolari effettivi” come definiti dalla normativa antiriciclaggio; con la circolare 38/E è stato chiarito che si è in presenza di un “titolare effettivo” quando il beneficiario è destinatario del 25% o più del patrimonio del trust. Sembrerebbero, dunque, esclusi dalla qualifica di “titolari effettivi” i beneficiari del reddito del trust ove gli stessi non siano anche beneficiari del capitale.
Incertezze permangono nella particolare ipotesi in cui ai beneficiari del trust spettino somme di denaro annue, predeterminate nell’atto di trust, senza che tali somme siano riferibili direttamente al reddito o al capitale del trust.
Circa gli obblighi cui è tenuto ….

 

di Pierpaolo Angelucci – Paolo Scarioni – Il Sole 24 Ore

Leggi su: http://www.banchedati.ilsole24ore.com/doc.get?uid=sole-SS20140121018BAA

 

One thought on “Obbligo di RW per trust esteri con beneficiari residenti

  1. e in effetti i trustee stranieri si stanno informando e muovendo.
    Molti beneficiari o disponenti in Italia, invece, credono che il “proprio” trustee estero, in quanto straniero, non si preoccupi delle norme italiane, le ignori, anche volontariamente.
    Lo ripetiamo, non è così.

Lascia un commento