13 Feb

E il fisco di Dublino «ruba» a Berna le multinazionali

Anche le multinazionali voltano le spalle alla Svizzera. E non c’entra, naturalmente, l’immigrazione, quanto piuttosto le politiche fiscali su cui Berna viene nettamente scavalcata, in termini di attrattività, da Dublino.
L’ultima in ordine di tempo a fare rotta verso “l’Isola di smeraldo” è Yahoo! che, dopo aver già spostato il suo quartier generale europeo a Dublino, ha annunciato che tutti i suoi servizi in Europa, Africa e Medio Oriente saranno d’ora in poi gestiti da una società con sede in Irlanda (si veda Il Sole 24 Ore del 6 febbraio). Le aziende che fanno pubblicità su Yahoo! già da novembre stipulano contratti con Yahoo! Emea Ltd, una società appunto di diritto irlandese; dal 21 marzo anche gli utenti privati di servizi mail o messaggistica si rapporteranno con questa. Finora, invece, i clienti interagivano con le diverse sussidiarie della multinazionale americana – in Francia, Germania o Italia – che a loro volta giravano i ricavi alla filiale svizzera, Yahoo! Sàrl. Il risultato dell’operazione è che Yahoo! di fatto trasferisce l’imponibile da Berna a Dublino. […]

 

di Michele Pignatelli – Il Sole 24 Ore

leggi su: http://24o.it/ZUwJH

One thought on “E il fisco di Dublino «ruba» a Berna le multinazionali

  1. e invece, in Italia, tranne qualche fortunato episodio isolato, dei “big internet” neppure l’ombra.
    Continuiamo pure a dare la colpa alla Legge irlandese … e intanto loro portano a casa .. e noi a lamentarci …

Lascia un commento