16 Mar

Rientro capitali dalla Svizzera, più vicino l’accordo tra Roma e Berna

Tesoro al lavoro sugli ultimi dettagli tecnici. Annuncio atteso “tra pochi giorni”. Previsto un gettito di 8 miliardi di euro nel biennio

 Il governo di Matteo Renzi sta per annunciare il suo primo vero colpo: l’accordo sullo scambio di informazioni fiscali con la Svizzera. Al Tesoro – spiegano al Fatto Quotidiano una fonte governativa e una di maggioranza – stanno ultimando gli ultimi dettagli tecnici sul testo che verrà formalizzato a breve. Quando? “Tra qualche giorno e con questo intendo dire veramente pochi giorni”, è la replica esatta. L’accordo con la Confederazione elvetica è stato, infatti, croce e delizia degli ultimi due governi: tanto Mario Monti che Enrico Letta avevano lavorato in questa direzione e il secondo – insieme a Fabrizio Saccomanni, che curava il dossier – ha evidentemente fatto un buon lavoro se ora Matteo Renzi si appresta a chiudere la vicenda positivamente dopo poche settimane di permanenza a Palazzo Chigi.

Sembrano risolti, dunque, i temi che erano ancora sul tavolo a metà febbraio: la questione del libero accesso al mercato italiano da parte delle banche svizzere, quella del regime fiscale dei lavoratori frontalieri e della cancellazione della Svizzera dalla “lista nera” italiana.

Il secondo atto di questo processo , ovviamente, è la presentazione di un nuovo decreto (o disegno di legge) sulla voluntary disclosure, ovvero sul rientro volontario dei capitali esportati illegalmente all’estero, visto che le norme volute da Enrico Letta sono state stralciate in commissione Finanze della Camera proprio questa settimana: i lavori andavano a rilento e il decreto – in cui hanno trovato posto anche aiuti alle zone terremotate – rischiava di non essere approvato entro la scadenza (il 28 marzo). […]

 

di Marco Palombi – Il Fatto Quotidiano

Leggi su: http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/03/16/rientro-capitali-dalla-svizzera-piu-vicino-laccordo-tra-roma-e-berna/915360/

One thought on “Rientro capitali dalla Svizzera, più vicino l’accordo tra Roma e Berna

Lascia un commento