09 Giu

Rientro capitali: Boccia(PD), reintrodurre falso in bilancio cancellato dai Governi Berlusconi

“Presenterò una proposta di legge per consentire una sorta di ravvedimento operoso delle imposte anche in Italia”. Lo annuncia il presidente della commissione Bilancio della Camera, Francesco Boccia, intervenendo nel dibattito sollevato dal disegno di legge sul rientro dei capitali. “La vicenda del Mose ha dimostrato che la magistratura, attraverso dati e informazioni  fiscali è in grado di incrociare reddito prodotto e patrimonio acquisito di ogni contribuente. Prendiamo gli ultimi dieci anni e, se emergono discrepanze, consentiamo, per un tempo limitato, una regolarizzazione della propria situazione attraverso una sorta di moderno ravvedimento operoso. L’obiettivo deve essere aumentare l’adesione ma anche incassare concretamente le tasse. Oggi gran parte degli accertamenti non vengono incassati. Questo non è tempo né di manettari né di condonisti ma di uno Stato di diritto che funzioni. Fatto questo accordo con i contribuenti, è evidente che, poi, dal giorno dopo, chi evade dovrà essere sanzionato direttamente attraverso il blocco del patrimonio. Servono regole ferree, nuove e moderne che facciano incassare concretamente le tasse allo Stato. Lo stesso approccio vale per la voluntary disclosure di cui si sta discutendo in questi giorni che deve andare in parallelo con la reintroduzione del reato di falso in bilancio, cancellato dai governi Berlusconi ma che è necessario sia di nuovo inserito nel nostro ordinamento”.

 

di Ugo Giano – Agenzia Parlamentare

Leggi su: http://www.agenparl.com/?p=51797

9 thoughts on “Rientro capitali: Boccia(PD), reintrodurre falso in bilancio cancellato dai Governi Berlusconi

  1. Il Generale Saverio Capolupo, comandante generale della Guardia di Finanza, sul Sole 24 ore di oggi, giudica positivamente la voluntary disclosure e concorda sul premio da riconoscere a chi usa quei capitali per investire in titoli di Stato e nelle imprese.

  2. L’ex ministro delle Finanze Vincenzo Visco si è detto fermamente contrario alla voluntary disclosure perché il provvedimento rischia di diventare un’amnistia fiscale più estesa di quelle fatte da Tremonti ai suoi tempi.

  3. Il Presidente Napolitano ieri a San Marino, due settimane fa in Svizzera. E non è un caso. Da mesi suggeriamo che Italia, Svizzera e San Marino collaborino per attrarre nel Bel Paese contribuenti non residenti, cui riservare un regime fiscale attraente con possibilità di depositare i denari in Italia o Svizzera o San Marino.
    Chissà se Qualcuno ci ascolta …

  4. Slitta a mezzogiorno di lunedì prossimo il termine per la presentazione degli emendamenti al disegno di legge sul rientro dei capitali. L’ulteriore proroga – decisa ieri proprio alla scadenza del termine originario – servirà a recepire nel ddl 2247 il subemendamento sul reimpiego dei rientri del “nero” nelle imprese, annunciato mercoledì dal capogruppo Pd in Commissione finanze, Marco Causi.
    Così dice Galimberti su IlSole24Ore

  5. sarà domani (venerdì 13 …) il giorno dell’atteso decreto?
    Atteso e dalle aspettative molto sopravvalutate, diciamo noi.
    E intanto noi continuiamo a presentare operazioni …

  6. molto interessante ed efficace questo ravvedimento operoso “speciale”. Oltre alle posizioni delle persone fisiche sarà molto interessante per le società. Anche per quelle estere in “odore” di attrazione fiscale in Italia.

Lascia un commento