06 Set

L’alternativa resta il ravvedimento

Anche se tuttora in attesa di una legge–quadro, la voluntary disclosure è operativa nella prassi dal luglio dello scorso anno, quando l’agenzia delle Entrate, con la circolare 25/E/2013, aveva riassunto le norme – già esistenti – per ottenere i benefici da « ravvedimento operoso » per il contribuente “esterovestito” e pentito. A partire dall’ adesione a verbale di constatazione del decreto […]

 

di Alessandro Galimberti – Il Sole 24 Ore

Leggi su: http://24o.it/gFEerJ

Lascia un commento