11 Apr

Ripartizione pro-quota delle disponibilità estere: articolo di Duilio Liburdi del 4/4/2015.

Articolo del Dottor Duilio Liburdi come sempre interessante e centrato sul tema; ne condividiamo appieno il contenuto. Segnaliamo però che, concretamente, l’applicazione indistinta del pro quota tra cointestatari e procuratori – come la Circolare dell’Agenzia richiede, con evidenti semplificazioni del lavoro degli Uffici – porta a situazioni paradossali o di difficoltà per chi presenta la Volontaria. Crediamo, per esempio, che un conto cointestato a tre (madre e due figli), con cointestazione che noi chiamiamo di “pura garanzia”, quindi non effettiva, possa produrre 3 Volontarie, con la mamma al 100% del’RW e dei redditi ed i figli, pur presentando una Volontaria a testa, allo 0% di RW e redditi. Un altro dubbio che ci monta riguarda l’atteggiamento concreto che gli Uffici adotteranno quando, per esempio, si presenteranno Volontarie collegate ad altre Volontarie di cointestatari e/o procuratori degli averi esteri, di soggetti con residenze in Province diverse: siamo sicuri che, ad esempio, su una pratica composta da 4 Volontarie, di cui 3 con residenza Milano e 1 a Palermo, la DP di Palermo si accontenterà del – massimo – 25% del costo fiscale della Volontaria? Noi qualche esperienza l’abbiamo già avuta ..

Lascia un commento