Il nostro metodo

Vi descriviamo come operiamo ed il nostro metodo organizzativo con cui gestiamo le Voluntary Disclosure. Gestiamo 5 Fasi distinte e fondamentali per concludere in modo efficace e risolutiva la Vostra collaborazione volontaria.

1. FASE DI CONTATTO

Contattateci direttamente tramite i nostri riferimenti. Potete utilizzare il telefono, Skype o email. Le Vostre chiamate arrivano al centralino di uno Studio di Dottori Commercialisti che segue operazioni di vario tipo e non necessariamente Voluntary Disclosure. Questo Vi permette la massima tranquillità in tema di riservatezza e discrezione.

Al telefono potete semplicemente fare riferimento al sito internet e parlerete direttamente con un Professionista a cui chiedere genericamente informazioni (senza necessariamente menzionare il nome o ogni altro riferimento alla Voluntary Disclosure) e chiedere di fissare un incontro presso il nostro Studio di Milano o di Bologna, oppure in Roma o in alternativa in un luogo a scelta di Vostro gradimento.

 

2. FASE DEL PRIMO INCONTRO

Il primo incontro, informale, della durata di circa un’ora, servirà per capire a grandi linee la fattibilità dell’operazione e se questa fa al caso Vostro. Questo permetterà a noi di inquadrare e identificare la giusta strategia da adottare per il Vostro caso.
Capiremo quale documentazione sarà necessaria, come recuperarla e come potercela recapitare, mantenendo sempre riservatezza e discrezione.
Già durante questo incontro sarà possibile avere un prima proiezione del costo fiscale della Vostra Voluntary Disclosure e potremo già valorizzare i nostri onorari di massima per seguirla.

Al termine dell’incontro, che sarà totalmente gratuito e senza impegno, avrete tutti gli elementi per valutare e decidere, a casa o con il Vostro consulente, se l’operazione è di Vostro interesse e come poter dare seguito alla Vostra Voluntary disclosure.

 

3. FASE PRE.NO.NAME

Confermato l’interesse a procedere con una valutazione sull’opportunità dell’operazione, potete ricontattarci ai nostri riferimenti per fissare un nuovo incontro, con cui daremo inizio alla nostra fase PRE.NO.NAME.

All’incontro verrà sottoposto e formalizzato il nostro mandato professionale, utile anche ai fini antiriciclaggio. Questo ci permetterà di dialogare con il vostro intermediario o corrispondente estero ed avere tutte le informazioni di dettaglio nonchè capire insieme come procedere per il recupero della documentazione.

Una volta acquisiti i documenti relativi alle Vostre disponibilità estere non dichiarate (con procedure in sicurezza) e fatti i primi conteggi di imposte e sanzioni dovute, fisseremo un nuovo incontro in cui sarà possibile fornire una “forchetta” (un minimo ed un massimo) attendibile dei costi fiscali stimati per la Vostra Voluntary Disclosure.

In questa fase formalizzeremo anche un preventivo dettagliato dei nostri onorari a cui seguirà un versamento in acconto.

Fino a questa fase per i Vostri dati e la Vostra identità è assolutamente tutelata e garantita la massima riservatezza.

 

4. FASE NO.NAME

Dopo una Vostra accurata valutazione potete decidere se proseguire.
Procedendo, prenderemo contatto con l’UCIFI e presenteremo il Vostro caso. Avremo così conferme sui conteggi precedentemente presentati nella fase PRE.NO.NAME e della corretta applicazione di tutta la normativa vigente.

L’UCIFI avrà rapporti diretti con NOI e confermerà o meno quando precedentemente stimato e sarà nostro cura informarVi tempestivamente sull’esito.

 

5. FASE DI DISCLOSURE

Dopo aver verificato e confermato l’interesse a proseguire ulteriormente, ci autorizzerete formalmente a fornire il Vostro Codice Fiscale all’UCIFI per la predisposizione degli avvisi di accertamento (per le imposte sui redditi) e dei PVC (per il quadro RW). Questa fase dà ufficialmente il via alla Vostra Voluntary Disclosure.
L’UCIFI e la Vostra Direzione Regionale, nonché il Vostro Ufficio Territorialmente competente, una volta compilati gli atti, provvederà alla notifica presso la Vostra residenza oppure, per agevolare il tutto, richiederemo la notifica “a mani” presso l’Ufficio stesso.
Ricevuti gli atti sarà necessario procedere con il pagamento di quanto dovuto, entro 60 giorni e con normali modelli F24 di pagamento delle imposte. Il pagamento chiude la procedura e sarà richiesto il saldo dei nostri onorari.

Terminata questa fase le disponibilità estere diventano “ufficiali”; vi contatteremo e daremo comunicazione anche agli intermediari esteri affinché modifichino il censimento delle Vostre disponibilità da “non dichiarate” a “dichiarate” (anche ai fini della c.d. “euroritenuta”).
Da questo momento sarà possibile utilizzare liberamente le Vostre disponibilità estere, che potranno essere utilizzate anche per pagare direttamente le imposte e le sanzioni dovute nonchè i nostri onorari.
La collaborazione volontaria permette, se lo si desidera, di mantenere le disponibilità presso l’intermediario estero: il cosiddetto rimpatrio “giuridico” o “virtuale” è possibile, lasciando che gli importi oggetto di Voluntary Disclosure rimangono sub depositati dove erano prima, utilizzando un intermediario italiano che si curi degli aspetti fiscali e comunicativi (tipicamente una fiduciaria italiana).

Le operazioni finora concluse ci hanno richiesto tempi tecnici ed organizzativi di alcuni mesi. Questi sono i tempi che mediamente sono necessari per concludere le Voluntary Disclosure.