19 Feb

Bonifici e ritenute, rischio estensione

Lotta all’evasione. Restano criticità sulle modalità applicative del prelievo sulle operazioni dell’estero

Spuntano difficoltà anche per chi possiede immobili oltralpe

IL CASO – Da verificare come comportarsi per i canoni che sono stati ricevuti in un Paese diverso dall’Italia

L’applicazione della nuova normativa sulla ritenuta d’ingresso sui pagamenti provenienti dall’estero sta determinando una serie di interrogativi sulle operazioni finanziarie più ricorrenti.
Infatti, la locuzione usata dal legislatore che prevede la tassazione di tutti i flussi finanziari provenienti dall’estero e destinati alle persone fisiche residenti renderebbe molto ampia la platea delle operazioni da sottoporre a questa tassazione.
L’utilizzo di una siffatta terminologia avrebbe come conseguenza diretta il ricorso “massiccio” all’autocertificazione, al fine di escludere tutta una serie di movimentazioni dall’applicazione della norma prevista sulla trattenuta del 20%.
La ratio della norma non prevede, però, l’utilizzo estensivo dell’autocertificazione per quei contribuenti che non siano possessori di attività all’estero e che, quindi, non abbiano mai compilato il quadro Rw del modello Unico.
Si pensi, ad esempio, alle erogazioni liberali indirette (bonifici esteri da parte dei figli espatriati verso i […]

 

di Stefano Mazzocchi – Il Sole 24 Ore

Leggi su: http://www.banchedati.ilsole24ore.com/doc.get?uid=sole-SS20140219017AAA

26 Gen

«Tiziano Ferro ha evaso 3 milioni» Respinto il ricorso del cantante

LA CASA acquistata in Gran Bretagna e l’abbonamento a una palestra non sono bastati a dimostrare che il cantante Tiziano Ferro era residente fiscalmente all’estero, precisamente a Manchester, invece che nella natìa Latina, e ora dovrà ora pagare al Fisco italiano le tasse su redditi evasi per 3 milioni di euro (‘compensi non dichiarati’ pari a 2 milioni più un imponibile Iva per 1,3 milioni). La Commissione tributaria regionale del Lazio ha respinto il ricorso del cantante confermando le sentenze di condanna nel primo appello contro l’Agenzia delle Entrate che aveva contestato i redditi dal 2006 al 2008 con un accertamento nel maggio 2011. A fronte delle prove «esigue» portate dai legali di Ferro (il suo avvocato è Giulia Bongiorno), infatti il Fisco ha contrapposto tutta una serie di dati….

 

di Quotidiano Nazionale

Leggi su: http://qn.quotidiano.net/primo_piano/2014/01/26/1016108-tiziano_ferro_evaso_milioni.shtml

 

24 Gen

Sanzioni ridotte per il rientro dei capitali

Multe e tasse, c’è tempo fino al 28 febbraio per aderire alla mini sanatoria

Il decreto per incentivare l’emersione dei capitali detenuti illegalmente all’estero sarà oggi sul tavolo del Consiglio dei ministri. Nello stesso provvedimento, il rinvio del taglio delle detrazioni fiscali Irpef dal 19% al 18%, previsto dalla legge di Stabilità: il governo procederà tramite la delega fiscale all’esame del Parlamento e intanto i 488 milioni che sarebbero stati risparmiati nel 2014 col taglio saranno assicurati dalla spending review . Ultimo capitolo: il rinvio dal 16 febbraio al 16 maggio dei termini per il pagamento della prima rata dei contributi Inail per consentire alle imprese di usufruire nell’anno in corso del bonus previsto nelle legge di Stabilità per un miliardo di euro.

Intanto c’è tempo fino al 28 febbraio per la mini sanatoria sulle cartelle Equitalia emesse entro il 31 ottobre dello scorso anno, pagabili senza gli interessi di mora. Ieri la Guardia di Finanza ha tracciato il bilancio dell’attività del 2013: 57 miliardi occultati al Fisco, 8.315 evasori totali scoperti che hanno nascosto redditi per 16,1 miliardi, ricavi non dichiarati e costi non deducibili scoperti sul fronte dell’evasione fiscale internazionale per 15,1 miliardi, ricavi non contabilizzati per 20,7 miliardi, oltre 4,9 miliardi di Iva evasa, uno scontrino su tre irregolare.

Tornando al Consiglio dei ministri, dovrebbe riunirsi alle 15.30, al ritorno del ministro dell’Economia, Fabrizio Saccomanni, dal World economic forum di Davos, dove ci sarà un importante incontro con la Svizzera in tema di evasione fiscale. Sullo sfondo del decreto c’è infatti la maggiore collaborazione tra Paesi in fatto di capitali esportati, che sta approdando alla sottoscrizione di accordi che cancelleranno il segreto bancario. Ma prima che questi abbiano effetti pratici ci vorrà più di un anno. Intanto lo Stato italiano offre la possibilità, a chi ha portato i capitali all’estero, di emergere attraverso la «collaborazione volontaria», pagando sanzioni ridotte….

 

di Antonella Baccaro – Il Corriere della Sera

leggi su: http://www.corriere.it/economia/14_gennaio_24/sanzioni-ridotte-il-rientro-capitali-4817839e-84bf-11e3-a075-38de66619eb5.shtml

23 Gen

Rientro dei capitali, arriva il DL

Un decreto legge fiscale per evitare il taglio alle detrazioni Irpef e per regolamentare il rimpatrio volontario dei capitali all’estero. Nel Consiglio dei ministri in agenda per domani il Governo dovrebbe arrivare un provvedimento per mettere su un binario accelerato il finanziamento degli sconti fiscali – 488,4 milioni ottenuti dalla spending review pubblica per evitare un’ulteriore stretta sul contribuente – e allo stesso tempo dovrebbe essere tolto dalla naftalina dopo 40 giorni il provvedimento che disciplinerà la voluntary disclosure dei capitali detenuti all’estero.
Se sulla prima parte del nascente Dl non ci sono sorprese («il Governo provvederà, ad abrogare il comma 576 della legge di Stabilità 2014 e di conseguenza non vi sarà alcuna riduzione delle detrazioni attualmente in vigore. La copertura sarà assicurata incrementando gli obiettivi di risparmio previsti dalla revisione della spesa »), la questione voluntary uscirebbe con un paio di modifiche rispetto alle anticipazioni delle scorse settimane (si veda da ultimo Il Sole 24 Ore del 15 gennaio).
In particolare l’ultima versione sul tavolo del Consiglio dei ministri dovrebbe prevedere un accorciamento della finestra temporale per la “confessione spontanea” – o compliance fiscale del contribuente “esterovestito” – che si chiuderebbe non più a settembre 2016, ma nell’estate del 2015. Probabilmente la scelta del ministero va nella direzione di allineare i termini per la chiusura volontaria e patteggiata delle pendenze con il Fisco con l’entrata in vigore degli accordi internazionali, soprattutto in materia di assistenza amministrativa, cioè di scambio dei dati dei contribuenti….

 

di  Alessandro Galimberti – Il Sole 24 Ore

leggi su http://24o.it/wuDb0

20 Gen

Milano, 6 febbraio 2014

 MONITORAGGIO FISCALE

              Alla luce degli ultimi provvedimenti normativi

                    VOLUNTARY DISCLOSURE

          Il programma di rientro e le possibilità di adesione

La giornata di approfondimento intende fornire un quadro esaustivo della nuova normativa in materia di monitoraggio fiscale, dell’attività di contrasto agli illeciti fiscali internazionali e del programma di rientro dei capitali dall’estero (Voluntary Disclosure).

Verranno evidenziati soprattutto gli importanti chiarimenti forniti dall’Agenzia delle Entrate con il Provvedimento del 18 dicembre 2013 e con la Circolare n. 38/E del 23 dicembre 2013. Particolare riguardo sarà riservato all’individuazione dei soggetti tenuti agli obblighi di dichiarazione (individuazione del titolare effettivo) alle fattispecie di esonero, ai contenuti del nuovo modulo RW e alle ipotesi e condizioni di applicazione della nuova ritenuta di ingresso del 20%.

 

Ore 9.30 Inizio dei lavori

 

 Gli obblighi di dichiarazione annuale degli investimenti e delle attività estere

  • Soggetti passivi dell’obbligo di monitoraggio
  • Soggetti esonerati
  • Esoneri oggettivi
  • Attività estere di natura finanziaria e patrimoniale
  • Il nuovo modulo RW
  • Esempi di compilazione

 

I nuovi obblighi di sostituzione d’imposta

Sabrina Capilupi – Agenzia delle Entrate

 

 I trasferimenti da e verso l’estero di mezzi di pagamento per il tramite degli intermediari

finanziari e la normativa antiriciclaggio

  • soggetti obbligati
  • operazioni oggetto di monitoraggio fiscale
  • dati oggetto di segnalazione

Vincenzo Errico – Agenzia delle Entrate

 

 Le regole di emersione dei trust e delle strutture analoghe (circolare AE 23/12/2013 n. 38)

Paolo De’ Capitani – Studio Uckmar

 

13.00 – 14.00 pausa pranzo

 

 L’attività di contrasto agli illeciti internazionali ed il ruolo dell’UCIFI

 Il programma di rientro dei capitali detenuti all’estero

  • La determinazione dei redditi e i periodi di imposta interessati
  • Le condizioni oggettive e soggettive di ammissione al programma
  • La richiesta di adesione
  • Gli aspetti sanzionatori

Francesco Maria Figlini – Agenzia delle Entrate / UCIFI

 

Profili penali e regime sanzionatorio

  • Le conseguenze sul piano penale sia per il contribuente, sia per i consulenti ed intermediari finanziari che abbiano collaborato
  • Le ipotesi di auto riciclaggio

Marco di Siena – Studio Legale Chiomenti

 

 Ore 17.30 Termine dei lavori

 

Iside, Istituto internazionale di documentazione economica

Ulteriori informazioni allo 02 55182137 e iside@iside.it o www.iside.it

17 Dic

FonSai, tre indagati per i trust esteri

Il pm di Milano Luigi Orsi ha chiuso un primo filone d’indagine sul caso Fondiaria Sai. Lo ha fatto in vista della richiesta di rinvio a giudizio di Salvatore Ligresti, Giancarlo De Filippo e Niccolò Lucchini. I tre sono indagati per aggiotaggio. L’avvio delle indagini è stato innescato da Consob che un paio di anni fa segnalò alla Procura di Milano l’andamento anomalo dei titoli Premafin tra novembre 2009 e settembre 2010. In particolare, all’epoca la Commissione accertò che in quel periodo alcuni veicoli (Darlis Anstalt, Ulero Anstalt, Alembert Associates e Okanda Stiftung) aquistarono sistematicamente in asta di chiusura corposi pacchetti di azioni della holding. Manovre che ebbero l’esito di determinare, artificiosamente, un costante rialzo del titolo a Piazza Affari. La Consob verificò poi che quei veicoli potevano essere ricondotti a due trust, ossia the Heritage e the Ever Green Security. Trust che, a settembre 2010, risultavano detenere il 20% della finanziaria e che erano guidati da Giancarlo De Filippo, persona vicina alla famiglia Ligresti. L’equazione successiva fu chiara, i due trust operavano per conto di Salvatore Ligresti. Di qui la denuncia in procura per violazione dell’articolo 2638 del codice civile. Su questa pista si è dunque mossa la Procura che, stante la prossima richiesta di rinvio a giudizio, accusa Ligresti, Giancarlo De Filippo e Niccolò Lucchini, quest’ultimo perchè avrebbe ricevuto il mandato ad operare direttamente sul titolo Premafin, di manipolazione del mercato….

 

di Laura Galvagni – Il Sole 24 Ore

leggi su: http://24o.it/odbE

13 Dic

Gli operatori: i tempi sono giusti – Da evitare norme-boomerang

Le reazioni. La lotta all’evasione rende lo strumento un’opportunità

IL NODO – Da valutare se e come l’emersione di un reddito all’estero non pregiudichi le passività dichiarate in anni successivi

La depenalizzazione della dichiarazione infedele, se confermata, metterà le ali alla nuova norma sull’emersione dei patrimoni e delle attività finanziarie detenuti all’estero. Se l’Italia si allineerà agli standard prevalenti nel resto del mondo, cioè all’autodenuncia che assolve il contribuente dall’aver dichiarato il falso nella denuncia dei redditi (pur mantenendo le sanzioni penali sulle frodi fiscali), questo nuovo canale per il rientro dei capitali potrebbe riscuotere un interesse diffuso. Sempreché questi “evasori pentiti” decidano di portare avanti questa operazione a qualsiasi costo, cioè nella consapevolezza – per ora non ancora piena – di dover pagare questa volta integralmente tutte le tasse evase in passato, senza sconti e senza l’erezione della protezione di un nuovo scudo fiscale.
La tempistica, stando agli intermediari finanziari che hanno iniziato già da qualche settimana ad avviare le prime pratiche, è molto favorevole a questa nuova opportunità di emersione dei capitali esportati clandestinamente, come fu ai tempi del primo scudo fiscale….

di I. B. – Il Sole 24 Ore

leggi su: http://www.banchedati.ilsole24ore.com/doc.get?uid=sole-SS20131213013BAA